Leo, il leader

Leo è il Leader, interpretato da Carmine Buschini: forte, coraggioso, combattivo e sempre pronto a dare sostegno agli altri in caso di necessità. Sotto la sua scorza di duro, insomma, si nasconde un cuore sensibile e delicato. È il punto di riferimento di ogni nuovo arrivato e conosce l’ospedale come le sue tasche.

 

leo-braccialetti-rossi-2    leo-braccialetti-rossi-3    leo-braccialetti-rossi-4

 

Prima puntata:

Leo è ricoverato da molto tempo in ospedale a causa di un tumore, che lo ha costretto all’amputazione della gamba. Ma ciò non gli ha impedito di continuare a lottare per guarire e di avere sempre il sorriso sulle labbra. Un giorno Nicola, un paziente anziano con cui ha instaurato un rapporto di amicizia, gli spiega come in ogni gruppo di amici ci siano sempre sei ‘tipi’: il Leader, il Vice-Leader (che sarebbe leader se non ce ne fosse già uno), il Furbo, l´Imprescindibile, la Ragazza e il Bello. Leo ha un’illuminazione: formerà anche lui un gruppo in ospedale. L’occasione gli si presenta quando arriva il suo nuovo compagno di stanza, Vale, un ragazzo timido, anch’egli malato di tumore, con cui stringe subito amicizia e che nomina suo Vice-Leader: non mancheranno, però, le rivalità a causa di Cris, la Ragazza.

Seconda puntata:

Le cose sembrano andare per il verso giusto, quando arriva un brutto colpo: la dottoressa Lisandri lo sottopone a una nuova Tac, da cui emerge che il tumore si sta espandendo. Leo dovrà quindi sottoporsi a un nuovo ciclo di chemioterapia, ma rifiuta: saranno i suoi nuovi amici a sostenerlo nella nuova battaglia e a convincerlo a curarsi.

Terza puntata:

Si sottopone alla chemio, accompagnato da Cris che, però, scappa poco dopo perché non sopporta di vederlo stare male. La Ragazza, però, torna dopo un po’, sentendosi in colpa, e lo bacia. Lui, però, il giorno dopo la tratta male e va al campetto di basket sul terrazzo dell’ospedale con Toni e Davide: lì incontrano un gruppo rivale e li sfidano, vincendo la partita con l’aiuto di Nicola. Gli sconfitti insultano Cris e Toni e Leo, per difenderli, sfida di nuovo Ruggero a una gara di velocità sulla sedia a rotelle: la vincerà, ricevendo un altro bacio da Cris, ormai sempre più presa da lui, sotto gli occhi sconfortati di Vale, che si sta veramente innamorando di lei. C’è una notizia, però, che lo rattrista: Nicola, il suo mentore, ha l’Alzheimer.

Quarta puntata:

Ha un appuntamento con un rappresentante di protesi per acquistarne una, ma suo padre, che non è mai andato a a trovarlo, non gli ha lasciato i soldi necessari: Cris, sempre più presa da lui, decide di prestarglieli ma sono insufficienti. c’è però un modo per averne altri: giocare a poker con altri pazienti che si riuniscono abitualmente in ospedale. Leo, con l’aiuto di Toni, si presenta nella bisca clandestina, dove trova anche Ruggero e, dopo una lunga partita, perde tutti i soldi. Ruggero, però, glieli restituisce. Intanto arriva il giorno del suo compleanno: è un anniversario triste perché coincide con il primo anno dalla morte della mamma. I ragazzi decidono di organizzargli una festa a sorpresa e Cris, andata a casa sua per cercare il regalo che la mamma gli aveva comprato e nascosto prima di morire, incontra il papà di Leo e alla fine riesce a farlo venire in ospedale: padre e figlio di ritrovano dopo molto tempo.

Quinta puntata:

Turbato dalla morte di Davide, regala un braccialetto rosso al papà e poi chiede alla dottoressa Lisandri il permesso di partecipare al funerale, ma lei non glielo concede; così, con la complicità di Ruggero e dell’infermiere Gionni, fugge dall’ospedale con i suoi amici e raggiunge la chiesa. Durante la funzione, fa un breve discorso in ricordo di Davide e inizia a cantare la sua canzone preferita, ‘Ogni volta’ di Vasco Rossi, per ricordarlo, subito seguito da tutti i presenti. Intanto continua a il tira e molla con Cris: i due si baciano più volte ma Leo nega sempre di provare qualcosa per la ragazza.

Sesta puntata:

Nella notte in cui i medici decidono di operare Rocco, Leo non riesce a prendere sonno. Nemmeno Cris riesce a dormine e i due si ritrovano in giardino a chiaccerare per tutta la notte, senza mai confessare i propri sentimenti. Si avvicina il giorno delle dimissioni per tutti i braccialetti, tranne che per Leo che deve terminare il ciclo di chemioterapie. Contrariato per quello che considera un abbandono, decide di non salutare i suoi amici, preferendo rimanere accanto a Nicola colpito da un attacco di cuore. Sarà lo stesso Nicola e spingere Leo ad andare a salutare i suoi compagni e a confessare finalmente i suoi sentimanti a Cris.

[Fonte:  palomaronline.com]

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
http://0.gravatar.com/avatar/ad516503a11cd5ca435acc9bb6523536?s=60

Autore: Lea

Condividi questo articolo su

Inserisci commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>