I consigli per riconoscere i fake

Da quando il successo di Braccialetti Rossi è diventato evidente c’è stato un proliferarsi di profili fake che si sono spacciati e continuano a spacciarsi per i sei ragazzi protagonisti delle serie e per altre figure che gravitano attorno alla fiction, come il produttore Carlo Degli Esposti.

Qui voglio darvi qualche consiglio per riconoscere i fake, soprattutto su Facebook, che rimane sicuramente il social network più utilizzato, ma in generale i consigli valgono anche per gli altri profili social.

Pagina o profilo Facebook?

Per quel che riguarda Facebook bisogna specificare che si parla di fake principalmente riferendosi ai profili personali, non alle pagine. Infatti Facebook consente l’apertura di una pagina a nome di un personaggio famoso, permettendo in questo modo anche ai fan di gestire delle pagine in nome e per conto di un personaggio famoso. L’importante è che nella descrizione della pagina sia dichiarato esplicitamente che la pagina è gestita da fan.

Invece i profili personali falsi creati per imitare persone reali (account di impostori) non sono consentiti su Facebook.

Consiglio #1: controllare le date

Un consiglio molto semplice è quello di guardare la data in cui il profilo (non la pagina) si è iscritto a Facebook. Carmine Buschini, Mirko Trovato, Pio Luigi Piscicelli e gli altri protagonisti di Braccialetti Rossi probabilmente avevano già un profilo personale da tempo, molto prima che iniziasse la serie Braccialetti Rossi.

Quindi quando avete un sospetto che un profilo sia un fake, controllate la data in cui si è iscritto a Facebook (scorrete fino in fondo al profilo). Se questa data è posteriore alla messa in onda su RaiUno della fiction Braccialetti Rossi (26 gennaio 2014) è quasi sicuro che quel profilo sia un fake, cioè ha aperto il profilo in seguito al successo di pubblico annunciato.

controlla le date

Consiglio #2: controllare l’url

Alla registrazione di un nuovo profilo, Facebook assegna un url in genere costituito da nome.cognome più un numero progressivo che sarà tanto più altro quanto più è frequente quel nome. Faccio un esempio: il primo Mario Rossi che si registra su Facebook avrà come url http://facebook.com/mario.rossi, i successivi saranno mario.rossi.1, mario.rossi.2 e così via. Carmine Buschini non è un nome particolarmente popolare, quindi se osservando l’url leggete carmine.buschini.357 la probabilità che quel profilo sia un fake è sicuramente molto alta.

carmine-buschini-357

 

Consiglio #3: non fidatevi dell’immagine di copertina e di profilo

Chiunque può sostituire la propria immagine di copertina e l’immagine del profilo con quella del personaggio che vuole impersonificare e creare così una pagina in tutto e per tutto identica a quella del personaggio famoso. Esistono però alcune cose che non possono essere falsificate come il numero dei fan e l’url della pagina.

Queste due pagine apparentemente identiche, ma… a sinistra un profilo fake di Mirko Trovato a destra quello vero. Il profilo fake lo si riconosce perché ha solo 3.000 fan, mentre quello reale ne ha più di 120.000. Imparate ad osservare i dettagli.

fake-mirko-2       vero-mirko

Consiglio #4: il linguaggio è importante

Certo i nostri ragazzi sono giovani, ma hanno pur sempre un’immagine da difendere essendo dei personaggi pubblici e non userebbero mai un linguaggio volgare e non scriverebbero mai frasi terribilmente sgrammaticate e piene di errori.

Perciò diffidate sempre di chi non sa scrivere correttamente in italiano o insulta i suoi fan, è sgarbato o maleducato. A maggior ragione se l’impostore cerca di fingersi una persona adulta come Carlo Degli Esposti.

Consiglio #5: verificate in rete

La rete è una fonte inesauribile di notizie. Se avete qualche dubbio cercate su Google, cercate fonti, informazioni, troverete le conferme o le smentite. Non fidatevi mai in generale di chi pubblica notizie senza mai citare la fonte. E se la fonte non c’è chiedetela e pretendete una risposta. Dubitate di chi non vuole rivelarvi le sue fonti a meno che non sia un agente della Cia :-)

Consiglio #6: segnalare i fake

Il consiglio migliore per liberarsi dai profili fake è quello di segnalarli. In basso a destra dell’immagine di copertina ci sono tre puntini (…). Cliccate lì e si apre una tendina che vi dice ‘Segnala/blocca’. Cliccate e seguite le istruzioni.

Purtroppo però c’è da dire che Facebook permette di segnalare solo account di amici o di personaggi famosi. Per personaggi famosi si intendono quelli che hanno una pagina di Wikipedia, che per ora hanno solo Aurora Ruffino e Brando Pacitto.

Quindi per il momento potete segnalare i profili fake di Aurora e Brando, per gli altri tocca aspettare.

segnala-fake

Commenti

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
http://0.gravatar.com/avatar/ad516503a11cd5ca435acc9bb6523536?s=60

Autore: Lea

Condividi questo articolo su

Inserisci commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>